Alberto, aveva 10 mesi. Un giorno cominciò ad avere una brutta allergia agli occhi. Il piccolo soffriva tantissimo. Nonostante continue terapia andava sempre più peggiorando. Oltre che in primavera e in estate il bambino era torturato tutto l’anno. Aveva sempre più irritazioni e secrezioni che, durante la notte, gli incollavano letteralmente le palpebre. Neppure le cure a base di cortisone erano state efficaci. Decidemmo allora di di rivolgerci con la preghiera al nostro amato Padre Pio.

Ci recammo in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo sulla tomba di Padre Pio. Ricordo che quel giorno non mi scostai dall’inginocchiatoio. Stetti circa un’ora abbandonato tra pensieri, lacrime e preghiere. Poi, dopo aver tanto pregato, deponemmo una lettera con una foto del bambino. Eravamo certi della sua potente intercessione presso Dio.

Padre Pio avrebbe fatto ritornare normale gli occhi del bambino. Ci rimettemmo in macchina e appena giunti a Roma trovammo mio nipote completamente guarito. Quella stessa notte non aveva più avuto secrezioni, né irritazioni ed arrossamenti.

Ora i suoi occhi sono ritornati ad essere belli, chiari, senza sangue e, con il cuore in gola per la commozione, ringraziamo ancora senza fine Padre Pio.

Filippo e Giovanna da Roma