Carlo Campanini nacque a Torino il 5 ottobre 1906.

Campanini è stato un grandissimo attore comico apprezzato negli ambienti del cinema e del teatro italiano tra gli anni 40 e 70. Giunse la prima volta a San Giovanni Rotondo nel 1939, insieme ad al collega Mario Amendola per chiedere lumi sulla sua carriera da attore. Infatti era ancora sconosciuto e in quel periodo girava l’Italia con uno spettacolo teatrale. Il suo primo incontro con Padre Pio fu significativo per la sua vita: vedendo il frate di Pietrelcina andare verso di lui, sembrava vedere un gigante e gli si prostrò ai suoi piedi. “Chi siete?” chiese il frate cappuccino e Carlo rispose “Siamo due poveri attori” e Padre Pio disse con un atteggiamento di grande sofferenza: “Siamo tutti poveri”. Dopo aver ricevuto l’assoluzione, andò nel orto del convento a piangere. Da quel giorno tornò spesso, anche con la sua famiglia, per confessarsi e per partecipare alla sua messa. Nell’anno successivo all’incontro con Padre Pio la sua carriera esplose. Divenne cosi un grandissimo attore ed un fedele devoto.

Prima di iniziare la sua giornata di lavoro, ascoltava la santa messa e recitava il Santo Rosario. Partecipava spesso agli incontri dei Gruppi di preghiera per parlare delle esperienze vissute accanto a Padre Pio. Era felice quando accompagnavaa San Giovanni Rotondo i suoi colleghi. Chiese di essere seppellito a San Giovanni Rotondo per essere vicinissimo a Padre Pio anche dopo la morte. Morì a Roma il 20 novembre 1984 ed è seppellito nel cimitero di San Giovanni Rotondo.